Lennon Kelly

Sette nodi

Il sole impatta l'occhio

dietro la benda un caldo infernale

in mano la spada e l'acqua al ginocchio,

sospiro prima di urlare

Corda a sette nodi, sguardo di ghiaccio, fame di lupo

roboante grido di guerra chi ha tradito pagherà

corda a sette nodi in un deserto d'acqua bollente

sette spade e un cuore solo chiuso in uno spirito

Il sangue sgorga a fiumi

la luna fa le veci di Dio

la libertà si taglia

regina della mia battaglia

Corda a sette nodi polso leggiadro, affondo di fino

le vittorie del passato il futuro esalterà

corda a sette nodi per conquistare la nuova gloria

sette nodi di sudore che nessuno scioglierà

L'onore impresso nel sogno

la rabbia che soffoca

la lama che sfiora la pelle

non si dimentica

Corda a sette nodi, sguardo di ghiaccio, fame di lupo

roboante grido di guerra chi ha tradito pagherà

corda a sette nodi in un deserto d'acqua bollente

sette spade e un cuore solo chiuso in uno spirito

Corda a sette nodi polso leggiadro, affondo di fino

le vittorie del passato il futuro esalterà

corda a sette nodi per conquistare la nuova gloria

sette nodi di sudore che nessuno scioglierà

A ruota libera

Ritornavo a vagare nella stanza orfana di luce e non di umidità

avendo dentro un cuore grande come il mondo, il cervello stanco e intriso di pietà

la liberazione da una donna amorfa, dalla lingua lunga che pecca d'umiltà

liberazione dall'ipnotica macumba, la lingua biforcuta più mi pungerà

Rivangare e scorticare sotto pelle quelle vecchie balle che ti raccontai

quando invece avrei dovuto accantonare il senso del dovere ed i cazzacci tuoi

E lotto come un politicante onesto, ossimoro funesto che spacca la realtà

lotto come un pedofilo che predica la messa la domenica e e nessuno dice mah

La provvigione spirituale non la mendico e se non la merito non importerà

in questa vita terrena c'è chi mormora che nell'acqua torbida vive l'onestà

alzando gli occhi al cielo con le braccia larghe chiedo le mie carte chi le giocherà

ma è troppo stupido porsi delle domande, rimango in mutande ma con dignità

Ora rivango invece quando mi dicevano Natale e Santo Stefano sei un cinico retrò

ritorna comodo poi esser disponibili ma vicino agli invincibili io non mi siederò

Ed ho un bicchiere da riempire, sei cani da accudire, dei rapporti da cucire, 

il tempo toglie il tempo dà

pensieri da manifestare, serrature da sbloccare, donne che vorrei amare,

il tempo vede il tempo sa

necessità di denunciare, fogli vuoti da riempire, notti da incorniciare,

taglio netto a metà

la ruggine da eliminare, quegli occhi da scovare, l'incorrisposto amare

è dentro al mio DNA

E lotto come un politicante onesto, ossimoro funesto che spacca la realtà

lotto come un pedofilo che predica la messa la domenica e e nessuno dice mah

Voglio credere nel sogno di una piazza piena d'ira, di passione, di colore, di una bomba emotiva

piango luce fluorescente dalla mente mia oberata, una risata contro il male,

una risata contro il male, una risata contro il male,

una rivolta magistrale

Venti3

Caldo, cerco un ambiente caldo che arda in fretta grappa secca e movida

stallo, chiedo un appoggio o un trespolo per legger l'universo in santità

Rovescio il pentimento e brindo al giorno che ho detto no

e pensieri in falsetto e abbraccio l'idillio di un nuovo me

Pesco, dal lago degli errori quelli che han contraddistinto il nuovo Re

godo, è un orgasmo di colori che ha sapor divino e baci da Venere

Ma sono urla di piacere, il benessere ora non è più un cliché

e non temo di cadere, il trespolo è robusto e complice

Rebus, pedala il tempo e volan pattini di vetro sulla mia città

cerco, di nuovo il fuoco e bacio la mia terra a cui dedico la dignità

Ma esplode il secchio è pieno, il tempo è maturo per snervar

dissenso a fuoco lento, i tuoi occhi il mio scettro e nessuno potrà mai fermar

questa mia rabbia bianca

stallo, chiedo un appoggio o un trespolo per legger l'universo in santità

Voglio il nome

Bevendo pinte a colazione ho limitato i miei perchè

non che sia la soluzione ma un criterio forse c'è

basta Belen, le pippe inglesi e Medicina 33

il dubbio mio è che dietro tutto un nome forse c'è

Ma voglio il nome, ditemi il nome qual'è!

Pressapochismo italian style, "l'Europa chiama proprio me!"

professori ed insegnanti lavapiatti nel week-end

la macchinina blu che beve più del buon George Best

vorrei stringere la mano al genio che dirige il set

Ma voglio il nome, ditemi il nome qual'è!

La facilità con cui assorbi le menzogne

il silenzio di Ustica e l'odissea di Cogne

fottutissimi reali in cerca di moglie

non pretendo il perchè e il come ma pretendo solo il nome

Il consiglio degli acquisti è necessario

il G.F. il lunedì lo segno a calendario

l'eroina di mia figlia è Veronica Lario

mani in alto son la Tele e pretendo il tuo salario!

Motivo per restare

Scivola la gente, si approfitta della mia bontà

scivola la gente, prende a schiaffi la mia realtà

scivola la gente, perchè ha sangue nelle braccia

acido come una madre che ti sputa in faccia

acido come il rimorso del perché non stiamo insieme

acido come il tuo ruolo di pupazzo in catene

Illuminami la vista, perché dovrei restare qua?

dammi una frase che non sia retorica

dammi uno spiraglio, motivazione e qualità

dammi un motivo impavido, dammi un motivo elastico

dammi un motivo per ridere e per essere fantastico

Dammi un motivo buono per restare ancora qui

dammi un motivo buono e me ne vado lunedì

Dammi un motivo buono per restare ancora qui

dammi un motivo buono e me ne vado lunedì

Illuminami la vista, perché dovrei restare qua?

dammi una frase che non sia retorica

dammi uno spiraglio, motivazione e qualità

tu! dammi un motivo impavido, dammi un motivo elastico

dammi un motivo per ridere e per essere fantastico

Gioco di specchi, gioco di luce, per farvi capire ho sprecato la voce

vi ho preservato un posto migliore, ma avete confuso empatia con amore

belli a vedersi ma poca sostanza, con la ragione chiamata arroganza

state tranquilli, senza pretese, noi siamo il cuore di questo paese

noi siamo il cuore di questo paese, noi siamo il cuore, noi siamo il cuore

noi siamo il cuore

Dammi un motivo buono per restare ancora qui

dammi un motivo buono e me ne vado lunedì

L'altalena

Un uomo stanco appeso a un filo che si corica s'un lato

dietro un albero ormai morto da cent'anni

un peso immane sulle spalle, i capelli come scialle,

in testa storie che forse è meglio non parlarne

le ambizioni da ragazzo e una vecchiaia appesa al lazo,

i suoi ricordi sono vecchi come il mondo

devi andarne fiero eccome, questa è lotta misto amore,

alla mia età nessuno fa rivoluzione

Con la ruga ben scalfita e con i tagli tra le dita,

il paradosso di una vita in altalena

nulla dato per scontato però poi ti sei lanciato 

verso il sole, un orizzonte verde mare

repulsione verso i grandi, impermeabile da inganni

ardeva un sibilo di nostalgia nel petto

dicevi "nessuno è perfetto, adesso metto i bimbi a letto,

avranno tempo per subir la repressione"

E' una parola urlata al vento, sentimento senza tempo,

trasparenza, specchio magico o follia,

il perbenista imbarazzato china il capo all'altro lato,

piglia l'osso vecchio cane ammaestrato

Incredulo sfregava gli occhi, con sé l'amore di una vita,

un metro appena e tanta voglia di ballare

da sempre stato declassato, per il suo principio odiato

ogni occasione matematico rifiuto

ma l'anima si illuminava sul crepuscolo montano

era libero da nodi ma credeva

che se deve arrivare l'amore complementare

avrà radici che sapranno riabbracciare

Questa una parola urlata al vento, sentimento senza tempo,

trasparenza, specchio magico o follia,

il perbenista imbarazzato china il capo all'altro lato,

piglia l'osso vecchio cane ammaestrato

Questa una parola urlata al vento, sentimento senza tempo,

trasparenza, specchio magico o follia,

il perbenista imbarazzato china il capo all'altro lato,

piglia l'osso vecchio cane ammaestrato

e piglia l'osso vecchio cane ammaestrato!

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon

© Lennon Kelly 2018 copyright  I  privacy  I 

made by Il Pobre
Folk Rock & Rural Punk from Cesena -
 Italy

Official Lennon Kelly Website

www.lennonkelly.com

lennonkelly.music@gmail.com